SARA - Rielaborazione dati volo - Correlazione eventi acustici e sorvoli

Terminata la trasmissione di tutte le informazioni al centro di elaborazione dati, gli eventi riconosciuti dalla postazione di misura sono messi in correlazione con l’archivio delle operazioni di volo e con i tracciati radar, allo scopo di individuare una relazione di causa/effetto tra l’attività aeronautica e l’evento acustico. La prima operazione che il software SARA esegue è quella di mettere in relazione, per ogni operazione di volo, le informazioni contenute nel file base dati volo (SAVE) e quelle contenute nel file dei tracciati radar (ENAV). L’operazione è denominata “Rielaborazione dati volo” ed è finalizzata a creare una "fonte" dati, rappresentativa del reale numero di operazioni aeree eseguite in ogni singola giornata. Problemi di diversa natura possono infatti pregiudicare l'integrità a e quindi il corretto utilizzo sia dei tracciati radar sia della base dati volo, ad esempio assenza dei dati per alcune fasce orarie nei file dei tracciati radar. Con l'operazione rielaborazione dati volo, i due file che contengono l'informazione sul volato, sono resi tra loro complementari o supplementari a seconda delle diverse problematiche che si possono presentare. La correlazione tra evento sonoro ed evento di sorvolo sarà eseguita solo dopo l'operazione di rielaborazione dati volo. Avendo a disposizione sia i tracciati radar sia la base dati volo SAVE, il software esegue una correlazione di tipo misto . In questo modo si ottiene il più alto numero di correlazioni possibili dato che i voli non compresi nella base dati volo sono comunque presenti nel file relativo ai tracciati radar trasmesso da ENAV; viceversa se per qualunque motivo, il file dei tracciati radar dovesse risultare incompleto per alcune fasce orarie o dovesse mancare all’interno del database del server, la correlazione si effettuerebbe basandosi anche o esclusivamente sul file della base dati volo di SAVE. Il sistema sarebbe impossibilitato ad eseguire l’operazione di correlazione automatica nei seguenti due casi:

  • Assenza di entrambe le tipologie di file relativi al volato nel database del server,
  • Assenza nel database del server, del file contenente i dati riguardanti gli eventi sonori per disservizio della cabina o per mancata comunicazione via GPRS o UMTS tra la cabina ed il server.

All’avvio della procedura di correlazione, tutti gli eventi di probabile origine aeronautica relativi al periodo considerato, sono marcati come non ancora correlati. Il software SARA correla automaticamente gli eventi rumorosi e le operazioni di volo utilizzando informazioni relative alla:

  • Cronologia degli accadimenti (eventi sonori e sorvolo dell'aeromobile)
  • Geometria del sistema (georeferenziazione dei tracciati radar rispetto alle postazioni di rilevamento).

Il sistema esegue le seguenti operazioni:

  • Ricerca la battuta radar più vicina alla postazione - La ricerca della battuta del tracciato radar più vicina alla postazione avviene all’interno della corona sferica definita intorno alla singola postazione dai raggi r1 e r2 ed avente centro nella postazione stessa.
  • Determina la data e l’ora della battuta trovata;
  • Ricerca gli eventi sonori più vicini nel tempo e nello spazio alla battuta radar trovata - Si ricercano gli eventi (non ancora correlati) il cui valore di picco è stato registrato in un istante interno all’intervallo di tempo centrato sull’istante relativo alla battuta radar ed avente ampiezza δt.

Nel caso in cui questi eventi sono trovati: 

  • Determina il volo a cui si riferisce il tracciato radar;
  • Associa l’evento trovato;
  • Aggiunge al database delle correlazioni, il volo, l’evento ed il tracciato.

Nel caso in cui questi eventi non sono trovati, il software procederà ad una correlazione basata esclusivamente sul tempo. Tra tutti gli eventi non correlati ai passi precedenti, si ricercheranno quelli che ricadono all’interno di un intervallo di tempo ± dt in cui è stata effettuata la singola operazione di volo. Gli estremi dell’intervallo sono configurati per ogni postazioni di misura in una tabella del database di SARA.

Terminata l'operazione di correlazione, il software SARA procede al calcolo di tutti gli indici, sia relativi al DM 31/10/1997, sia al DPCM 14/11/1997, e rende disponibili i risultati di tutte le elaborozioni automatiche, in modo che il gestore del sistema possa procede alla validazione delle operazioni e quindi dei descrittori acustici calcolati.

L'operazione di validazione è condotta manualmente dal gestore del sistema e principalmente ha come fine il controllo delle operazioni di correlazione compiute in automatico da SARA. Il gestore infatti manualmente può intervenire su ogni singola correlazione ogni qual volta quella eseguita in automatico si dimostra errata o incompleta. Terminata la validazione si riesegue il calcolo degli indici.