SITO DI CAMPIONAMENTO E CAMPAGNA DI MISURA


Visualizzazione ingrandita della mappa

Nella mappa in alto centrata sull’aeroporto Marco Polo, è riportato il sito di campionamento (parcheggio sito a 650 metri dalla pista principale) dove è collocata la centralina mobile di proprietà dell’Ente Zona Industriale. Tale sito è stato individuato stimando i punti di massima ricaduta dei contaminanti emessi dagli aerei durante le fasi di atterraggio e decollo. La cabina di monitoraggio di proprietà di Ente Zona Industriale ha dimensioni 2x3x2,20 m3 ed è climatizzata per garantire l’ottimale funzionamento della strumentazione che è alloggiata al suo interno. La tabella seguente, riporta nello specifico le caratteristiche tecniche degli strumenti utilizzati per il monitoraggio che avviene in continuo. I dati sono trasmessi con un modem GSM che permette il controllo da remoto del corretto funzionamento di tutta la strumentazione, successivamente sono elaborati in accordo con il Decreto Legislativo n°155 del 13 agosto 2010 e mediati su base oraria.

Contaminante Principio di misura
 Anidride solforosa - SO2  Fluorescenza pulsata UV
 Ozono - O3  Assorbimento UV
 Ossidi di Azoto - NO, NO2  Chemiluminescenza
 Idrocarburi – metanici, non metanici  Ionizzazione a fiamma + Gas cromatografo
 Monossido di Carbonio - CO  Assorbimento infrarosso
Particolato atmosferico - PM10  Assorbimento raggi Beta

 Per garantire un’elevata accuratezza e precisione del monitoraggio di questi contaminanti rappresentativi dell’emissione aeroportuale, l’aria viene prelevata con una sonda riscaldata che impedisce il fenomeno di condensazione e gli strumenti vengono calibrati con frequenza settimanale utilizzando delle bombole di gas standard a concentrazione certificata per tarature strumentali. All’interno della centralina sono inoltre collocati degli strumenti atti a rilevare variabili meteorologiche quali:

  • Velocità e direzione del vento,
  • temperatura,
  • radiazione solare incidente,
  • precipitazioni 

in quanto la dispersione dei contaminanti ne è fortemente condizionata. Studiando la variazione della direzione del vento in funzione del tempo è inoltre possibile caratterizzare il grado di stabilità atmosferica.