WORK IN PROGRESS

Parallelamente al monitoraggio effettuato con la centralina di Ente Zona Industriale, da luglio 2010 a luglio 2011 è stato campionato su filtri di fibra di quarzo il PM1 con frequenza di 48 ore. Per tale misura si sono utilizzati due campionatori Tecora Skypost HV. Questi ultimi sono collocati all’interno dell’aeroporto Marco Polo nei siti contrassegnati nell'immagine seguente.

È stato scelto di monitorare il PM1, sebbene la sua concentrazione non sia normata, in quanto da approfonditi studi scientifici è emerso che le combustioni prodotte da motori termici (automobili e aerei) producono particelle caratterizzate da granulometria molto fine. Poiché è interesse di SAVE monitorare il contributo emissivo degli aerei, i ricercatori dell’Università di Venezia hanno deciso di concentrarsi su questa granulometria per meglio indagare questa tipologia di sorgente in quanto il famoso PM10 non sarebbe stato rappresentativo visto che comprende anche particelle più grossolane di quelle emesse dagli aerei. Gli obiettivi di questa campagna di campionamento sono:

  • Stimare il contributo emissivo aeroportuale del PM1 confrontando la massa dei due filtri in funzione della direzione del vento.
  • Caratterizzare la composizione chimica del PM1 al fine di individuare dei traccianti dell’aeroporto che permettano di stimare il suo contributo relativo in aree limitrofe a quella di emissione.